CAMOSCI E STAMBECCHI

Driiiiiiin , driiiiiin…. squilla il cellulare dall’altra parte il socio Milaness il  Pretti …. ue’ Gabri andiamo a fare le balene a Genova ? io: biiiiiiiiip SI !

Ok un delegazione romana composta da me e Big Rob e una squadra Milanese formata da Stefano e Davide progettano sistemano e prenotano le varie strutture per questa trasferta molto veloce…

Purtroppo a meno di 24H dalla partenza il comandate dell’imbarcazione che ci avrebbe portato in mare a vedere questi splendidi mammiferi ci da il NO GO! il bollettino da brutto tempo mare mosso e vento quindi optiamo per una rapida alternativa… Val D’Aosta alla ricerca di camosci e stambecchi …,

GO ! si parte direzione Valsavaranche in montagna il mio habitat le mie temperature… emozionato e speranzoso di caccia fotografica vagante tra Amici.

Italo viaggia, arriva in orario e i due compari della ventura fotografica ci aspettano al binario 12  per poi fiondarci a VIlleneuve (Aosta), ci sistemiamo in camera un veloce cambio e via a cena ma non prima di aver fatto una foto al panorama che possiamo ammirare dalla finestra della nostra stanza

Temperatura molto gradevole, decidiamo di mangiare fuori presso un pub \ ristorante poco distante la birra scorre come se non ci fosse un domani e le chiacchiere si fanno sempre più vive… ma siamo noi e va bene così.

S’è fatto tardi andiamo a dormire puntando la sveglia alle 5.30 !

Eccoci vispi arzilli e pronti … veloce colazione e via verso la Valsavaranche… 17 km di tornanti ci separano dal nostro obiettivo giornaliero …Arriviamo a Pont prendiamo un thè caldo (fa 8 gradi) e ci prepariamo per la nostra escursione.

Davide che conosce il posto ci fa da Cicerone e ci spiega il percorso … il sentiero si sviluppa con una pendenza costante e morbida alla portata di tutti noi siamo oltre che un pelino sovrappeso anche carichi di attrezzatura. Gli animali non tardano a farsi vedere infatti appena scesi e sistemati alla sbarra che limita il passaggio ci da il benvenuto una marmotta, la giornata inizia bene e ci da la carica per partire con le migliori speranze.

il paesaggio è mozzafiato la temperatura fresca anche se il sole picchia forte… davide ci spiega che stavamo percorrendo una strada che era stata pensata per collegare due valli ma che dopo poco è stata abbandonata per problemi economici… attraversiamo un tunnel molto suggestivo e affascinante

Appena fuori dal tunnel vediamo degli uccelli che svolazzano su un sasso , nascosti nell’ombra non possono vederci e affascinati come dei bambini ci godiamo i comportamenti di una famiglia di gracchi alpini, un piccolo ancora non involato richiama piu volte i genitori per cibo e protezione, senza dar noia cominciamo a scattare qualche foto loro non si sentono ne minacciati ne infastiditi quindi continuiamo fino a raggiungere distanze molto ridotte. Dopo poco ci allontaniamo e vediamo che il piccolo prende coraggio e si butta facendo il suo primo volo … che emozione!

Camminiamo ancora e alzando gli occhi scorgiamo una macchiolina ‘strana’ il Pretti ‘ragazzi un camoscio!’ ci appostiamo ma resta a distanza notevole per uno scatto degno di nota ma va bene cosi’ .

Siamo quasi arrivati tra una cascata e un altra scorgiamo il prato dove ci apposteremo per un po  e sopra le ns teste uno stambecco saltella di roccia in roccia e li diamo sfogo a tutte le nostre potenzialità .

Siamo arrivati chi si riposa chi fuma chi mangia una mela ma il ns obiettivo lo abbiamo raggiunto.

EMOZIONI? Tante

ANIMALI ? molti in natura (gracchio alpino , marmotte, camosci , stambecchi)

FOTO? quelle che bastano

ESPERIENZA UNICA E COMPAGNIA TOP ANCHE QUESTO E’ FAR FOTOGRAFIA !!!

 

CONSIGLI UTILI:

ALBERGO A PREZZI CONTENUTISSIMI CONSIDERANDO IL PERIODO (LUGLIO)

SENTIERO ALLA PORTATA DI TUTTI ANDATA E RITORNO 6KM TOTALI

DISTANZA DA MILANO 160 KM IN AUTO  QUASI TUTTA AUTOSTRADA