CAVALIERI D’ITALIA

Bè qua c’è poco da viaggiare i cavalieri d’italia dove si possono fare se non a Roma nella Capitale?!….

Il viaggio è stato parecchio breve ma non per questo da sottovalutare… il Grande Raccordo Stradale, il traffico i classici vecchietti col cappello insomma come andare a Milano piu o meno …

Detto cio’ io e il mio compagno di avventure Emanuele ‘Secco’ Natali siamo andati in un luogo scovato da lui ma che teniamo in sotto continua osservazione entrambe, infatti nel periodo primavera estate si popola di trampolieri e limicoli vari …

Essendo una zona umida che risente parecchio degli agenti atmosferici il fango ( habitat ottimo per i limicoli) è dietro l’angolo .

per questa sessione come si vede in foto non serve la mimetica ma scarpe o stivali che permettano di sprofondare sicuramente nel fango … (purtroppo stivali x me non li ho ancora trovati se ci fosse qualcuno che me li voglia regalare il numero è 48 🙂 )

Sono circa le 14.00 di maggio quindi una temperatura da non sottovalutare nei dintorni di Roma e allestiamo il nostro appostamento, una tenda di decthlon (la 2 second) e la mimetizziamo ulteriormente con la rete mimetica fogliata.

Si lasciano le scarpe fuori per non infangare interno della tenda e ci si sdraia dentro sopra a un tappettino precedentemente adagiato sul fondo della tenda.

Iniziamo ….

Gli animali inizano a riavvicinarsi dopo il nostro arrivo ma non scattiamo per due motivi :

1 la luce è durissima e uscirebbero foto non di qualità, lo so molti scattano in queste ore ma fidatevi le foto che escono fuori con la luce che cala di alba e tramonto è tutta un altra cosa….

2 dobbiamo ristabilire fiducia quindi riduciamo al minimo ogni rumore di scatto o spostamento di ottiche.

il caldo, le mosche, le zanzare, sono i nostri compagni…

Eccola la luce sta calando i colori i contrasti che volevo stanno uscendo ….

CAVALIERE D’ITALIA

la galleria in continuo aggiornamento…

CONSIGLI UTILI:

durante questo tipo di appostamento non si esce x bisogni fisiologici quindi regolatevi di conseguenza in base alle proprie abitudini.

silenzio pazienza e molto caldo.