Nello spiraglio che si è creato post lock down ho cercato di recarmi nella riserva dei Carabinieri Forestali di Bosco Mesola per poter fare riprese e foto del bramito del cervo .

Bosco Mesola è situato nel Delta del Po. Il suo territorio interamente pianeggiante è posto in gran parte sotto il livello del mare, e sono ancora visibili i cordoni dunosi che rappresentano antiche linee di costa, in particolare nella Riserva naturale Bosco della Mesola.

Il paese si trova a nord dell’ex ramo del Po denominato Po di Volano e a sud del ramo deltizio Po di Goro, che rappresenta il confine fra Veneto ed Emilia-Romagna

fonte Wikipedia

Due giorni, sfruttando le ore migliori , alba e tramonto, sono riuscito a soddisfare alcuni piccoli target che mi ero prefissato durante la programmazione di quest’avventura. Gli animali sono gestiti dai Carabinieri Forestali che ringrazio per la disponibilità e cortesia dimostrata, i giorni del bramito erano in declino ma sono riuscito a cogliere qualche combattimento tra giovani maschi e alcuni accoppiamenti.

Ma cos’è il bramito ?

E’ il periodo di massima attività annuale per quanto concerne l’accoppiamento con i maschi che riempiono le proprie giornate emettendo questi suoni, appunto i bramiti. Questi suoni servono per attirare le femmine, che si muovono in branco, e quando i più “anziani” incontrano altri contendenti, specialmente i più giovani, danno vita a vere e proprie battaglie a suon di incornate che possono terminare, in alcuni casi, anche con la morte di uno dei contendenti.

Vari sono i comportamenti di questi animali , segnare il territorio strusciando le corna a terra, concentrare il proprio harem di femmine girando intorno a esse, combattendo e cacciando gli altri maschi ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.