Squilla il cel è il mio amico Nicolò che mi dice:

‘hei Gab abbiamo un’attività di monitoraggio per i camosci vuoi venire ? ‘

Come pensate che abbia risposto… come potrei mai lasciarmi scappare un’occasione simile accompagnato in luoghi chiusi al pubblico con i biologi del Parco Nazionale Lazio Abruzzo Molise e i Carabinieri Forestali ?

Let’s Go! ci addentriamo nel parco nella riserva integrale della Camosciara a passo Godi e iniziamo il ns cammino il ns lunghissimo cammino.

Il percorso era impegnativo e spesso non nascondo di essermi fermato e pensato di mollare ma, non potevo, non volevo, non dovevo e via piano piano su fino in cima fino sul monte marsicano 2245mt. dove abbiamo incontrato una coppia di lupi che gironzolavano, dove abbiamo contato i camosci, dove non esiste traffico, dove non esiste il mammifero più cattivo del mondo: L’uomo.

Soddisfatto e carico a 1000 ora dovevo scendere è stato più tosto del previsto scendere: da un ghiaione con attrezzatura in spalla, ma come all’andata mai mollare. Ed eccomi qua a raccontarvelo a condividere con voi un’altra esperienza in natura. 11 km con un dislivello di 800 mt per un omone come me e 20 kg circa di attrezzatura non è stato un gioco ma ci sono riuscito.

qui il video di quest’avventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *